Hyper-V Clustering Convergente

Una soluzione per garantire la continuità dei servizi IT critici con una gestione semplificata ed un costo ridotto 


I nuovi scenari di infrastruttura convergente (Converged Infrastructure o CI) fanno riferimento ad un modello di gestione in cui una raccolta di componenti viene acquistata da un fornitore come sistema completo. L’offerta include ogni singolo server, scheda di rete o cavo, fino ai cavi di alimentazione.

I configuration item (componenti della nostra infrastruttura) sono gli stessi che potrebbero essere acquistati scegliendo un’infrastruttura tradizionale, ma è il vendor a garantire che tutti i componenti hardware e software funzioneranno correttamente sottoforma di una soluzione. Tale soluzione infatti viene spesso venduta come se fosse di un singolo articolo, anche se è una suite di componenti.

Hyper-V Clustering Convergente

Nel nostro caso realizzeremo un Cluster Hyper-V a due nodi più ruolo witness, nel quale sia lo storage che la network saranno integrate a bordo dei nodi del cluster, il tutto utilizzando Windows Server 2019 e senza l’utilizzo di SAN o NAS iSCSI dedicate allo storage.
Aggregheremo lo storage locale (installato su ogni nodo) all’interno di un unico pool virtuale utilizzando funzionalità di ridondanza avanzate come “storage Space Direct”.

Failover & Switchover

Proveremo a simulare uno switchover, migrando manualmente gli oggetti clusterizzati da un nodo all’altro ed inoltre un failover simulando alcuni incidenti possibili sull’infrastruttura, testando cosi la resilienza della nostra infrastruttura.

Scripting Powershell

Realizzeremo tutto grazie ad uno script powershell disponibile di seguito:

HV-Cluster-S2D
*rinominare l’estensione in .PS1

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email